Itinerari

Sentiero 470 - 471 Cima Rocca - Sentiero Delle Laste

GRUPPO
Alpi di Ledro
TIPOLOGIA
Escursionismo
DIFFICOLTA'
EEA : brevi tratti attrezzati. Set completo da ferrata.
TEMPI SALITADISCESAALTEZZA MASSIMA
4 h 670 m 670 m 1.090 m

PERIODO CONSIGLIATO
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic

Caratteristiche percorso
Nel complesso tratti attrezzati facili, senza importanti esposizioni. E’ un tratto attrezzato adatto anche ai neofiti per i quali consigliamo comunque la presenza di una persona più esperta L’esperto di ferrate, nonostante le scarse difficoltà tecniche, troverà soddisfacente il magnifico panorama sul Lago di Garda e la contiguità con le memorie storiche. Un itinerario percorribile quasi tutto l’anno, stante il clima mediterraneo determinato dalla presenza del lago. Da rilevare infine la mancanza d’acqua sull’intero itinerario.
Accesso
 
Visualizza mappa ingrandita
Descrizione percorso
Anello, che si svolge per buona parte su sentieri attrezzati, facili, visitando memorie della I^ guerra mondiale munirsi di torcia elettrica.

Da Biacesa 418m, frazione di Molina di Ledro, a sud del gruppo della Rocchetta, si seguono le indicazioni per cima Capi che portano dopo un breve tragitto su strada asfaltata prima e lastricata in pietra poi, all’inizio del sentiero 470 ( detto anche “ senter dei bech”) che lascia i terrazzi coltivati e si inoltra a est, nella vegetazione, risalendo a mezza costa la raccolta Val de Gac.

Ad un bivio (tabella segnaletica), si prende a sinistra il sentiero delle Laste, (segnavia n.471) recentemente ottimamente restaurato, che a comodi tornanti conduce ad un salto roccioso dove inizia il percorso ferrato (facile). Brevi tratti attrezzati conducono nei pressi di una piccola grotta (nella quale si trova il libro di ferrata) prima di una serie di gradini metallici intervallati da un breve camino.

Al termine di questo tratto si trovano numerose caverne di guerra austriache con un curioso disegno inciso su di un masso. Ora superando a destra un ripido salto erboso, si perviene nei pressi della chiesetta di S.Giovanni (858m - 1h). Possibilità di sosta presso il vicino Bivacco Arcioni, gestito saltuariamente dai Soci dell’Associazione “S.Giovanni in Montibus”.

Seguendo le indicazioni per il sentiero della Rocca (camminamenti e gallerie di guerra 1915-18), si sale ripidamente fin sotto la parete sud della nostra cima dov’è l’imbocco della prima galleria.
Si percorre il tunnel fino al camino d’uscita il cui sbocco è attrezzato con una scaletta. Tornati nel bosco, si risale con l’aiuto di corde fisse sino all’imbocco della seconda galleria (che trafora la montagna da parte a parte). Tralasciatala, si segue a destra il sentierino per la cima lungo un camminamento: in breve si tocca la sommità di Cima Rocca o Sperone 1090m (45’).

Qui si presentano due possibilità:

1 .Dalla croce di vetta si prosegue a nord (segnavia) e si cala lungo corde fisse per un ripido camminamento sulla cresta nord. Si giunge così all’uscita nord del tunnel sotto cima Rocca( 15’).
A destra per camminamenti e trincee segnati si raggiunge Bocca Pasumer 980m (15’).
2. Dalla cima si percorre a ritroso il sentiero sino all’imbocco della galleria, la si percorre lungamente ( torcia elettrica), uscendo poi in alto all’altezza di un camminamento con quest’ultimo si raggiunge Bocca Pasumer ( 35’).

Da Bocca Pasumer, si prende a nord il sentiero 460B che con svelti e ripidi tornanti conduce in località Vasotina. Prendendo a sinistra un ripido tracciato, si scende per il boscoso versante incrociando il sentiero 460 e, seguendolo a sinistra, si scende a Biacesa (45’)



Punti d'appoggio
Bivacco Arcioni (aperto saltuariamente)